La banda musicale di Badia
 

E’ risaputo che i ladini abbiano grandi doti musicali. Se essi godono di questa fama fuori valle, vuol dire che i vicini hanno apprezzato e ancora apprezzano la loro musica e il loro canto. Senza talento musicale, nelle valli ladine non avrebbero potuto affermarsi musicisti quali Jan Batista Runcher di Badia, Matî Ploner della Val Gardena e Luigi Canori della Val di Fassa.

 
 

Nuovo maestro e nuovi costumi

Nel giovane contadino Giuvani Valentin da Valgiarëi (1904 – 1994) la banda di Badia trovò un maestro assai valido e dotato: si può dire che egli avesse la musica nel sangue. Diresse la banda per più di 40 anni, portandola ad alti livelli. La banda ha potuto dimostrare la sua bravura in occasione di numerosi concerti e concorsi. Valentin non ha lesinato tempo e fatiche nel mettere a disposizione degli altri il suo grande talento musicale. Per recarsi alle numerose prove, affrontava anche sotto le intemperie la lunga strada che separa il maso dal centro del paese. Sotto la sua dirigenza, nel 1940 la banda ha indossato il suo primo costume. Nel 1959 è stato eletto il primo presidente, Felize Flatscher da Ćiaminades, il quale stilava i verbali e teneva la cassa. Nel 1959, i musicanti hanno ricevuto un costume nuovo, e assieme ad esso nuovo slancio e nuove motivazioni. A partire dal 1966 la banda è stata diretta per pochi anni da Franz Valentini, del maso Frëinademez.

Da anni è attivo anche il complesso da ballo, la cosiddetta “Böhmische” che suona occasionalmente ai matinée negli alberghi locali e in svariate manifestazioni. Il gruppo è composto da circa 20 elementi e indossa un proprio costume.

 

L'era dei fratelli Pescoller

Nel 1968 Felize Flatscher ha passato la presidenza a Erich Pescoller, figlio del sagrestano. Nel ruolo di capobanda si sono avvicendati Lois Willeit di la Plì / Pieve di Marebbe e Bruno Pescoller. Nel 1978 la direzione è passata al giovane, talentuoso e dinamico Fridl Pescoller, fratello di Bruno, incarico che egli ricopre tutt’oggi. Con sapere e diplomazia Fridl ha portato la banda a un alto livello, trasmettendole motivazione, gioia ed entusiasmo. Ciò speiga perché il sodalizio conti oggi più di 70 membri, tra i quali molti giovani talenti. L’entusiasmo dei più giovani è accresciuto dall’esecuzione di melodie e brani più moderni.

 

Non resta altro che auspicare successo crescente alla banda musicale di Badia che festeggia il suo giubileo, augurando ai suoi numerosi membri entusiasmo, generosità e gioia nel fare musica. Ad essa spetta il compito di conservare e valorizzare un pezzo importante di storia della musica che proviene in gran parte da compositori locali.

© 2020 by Elvis Burchia

lente1.png
  • Facebook Basic Black
  • Black Instagram Icon